ELEZIONI / "Insieme" in campo per favorire l’unità del centrosinistra che non si esaurisce nel PD

Mercoledì 14 Febbraio 2018

Oggi - mercoledì 14 febbraio - conferenza stampa a Ravenna dei candidati di  INSIEME - la lista alleata del PD - nei collegi plurinominali del nostro territorio. Al Senato Sauro TURRONI, capolista, Monica RICCI, Gennaro MANCINO, Livia SANTINI. Alla Camera: Daniele PERINI capolista, Maria Grazia CRETA, Francesco BRAGAGNI, Cristina ORSI. Nei collegi uninominali la lista INSIEME sostiene i due candidati PD Alberto Pagani (Camera) e Stefano Collina (Senato). 

Introducendo i temi elettorali e rispondendo alle domande, i canditati hanno sottolineato la peculiarità del programma della lista - la sostenibilità, sostenibilità ambientale, sociale ed economica - quale apporto specifico di INSIEME alla coalizione di centrosinistra, che ne qualifica i tratti distintivi, come sinistra riformista e di governo, rispetto agli alleati - Pd, +Europa e Civici Popolari.

INSIEME rappresenta storie importanti e sensibilità consolidate - Socialisti, Verdi e Civici di ispirazione ulivista - che lo connotano in tal senso. In definitiva non è per i candidati "semplicemente una Lista elettorale, ma un progetto politico che potrebbe diventare, appunto, la casa di un nuovo soggetto politico che si potrebbe definire una alleanza per la Repubblica, animata dal bene comune per un'Italia europea, laica e giusta". 

Trovandoci in Romagna, nella conferenza si è anche accennato alla scelta, giudicata "improvvida", dei Repubblicani che, presentandosi da soli e fuori da ogni coalizione, priveranno la sinistra riformista del loro apporto.

I candidati, ognuno sulla base delle proprie esperienze e sensibilità, hanno parlato soprattutto di occupazione e lavoro, stato sociale, salvaguardia del territorio, tutti temi oggi in grande sofferenza e potenzialmente forieri di conflitti se non risolti. 

"INSIEME unisce socialisti, verdi e civici in una lista di ispirazione ulivista. Questa lista, nata per le elezioni politiche del 2018, con l’obiettivo di favorire l’unità del centrosinistra che non si esaurisce nel Pd, ma è uno spazio molto più ampio, e di costruire un progetto di benessere e uguaglianza, raccogliendo il consenso su riforme indispensabili per rendere il nostro un Paese moderno e giusto. Le risposte date alla crisi globale - politica, economica, climatica e sociale - che ha colpito l’Italia e l’UE in questi anni, hanno destabilizzato la nostra democrazia e minato il benessere, l’ambiente, la salute e i posti di lavoro, e ristretto le prospettive di uno sviluppo economico sostenibile alla portata di tutti" hanno detto i candidati.

Per INSIEME "è perciò necessario costruire un’alternativa seria e tranquilla all’ascesa della destra e delle forze politiche populiste che sanno cogliere il voto di protesta, ma non sanno governare; dare risposte alla pericolosa e costante crescita degli squilibri economici, allo svuotamento del ruolo sociale del lavoro, alla disgregazione della classe media, alla disattenzione con la quale si trattano i temi dei cambiamenti climatici e del degrado del territorio e dell’ambiente, all’irresponsabile noncuranza con la quale si sprecano talenti e competenze, alla perdita di senso civico; far sì che il grande progetto di un’Europa unita non sia un’utopia, ma uno strumento di democrazia, pace, diritti, qualità della vita e valorizzazione delle diversità; contrastare ogni tentazione di preferire all’unità del centrosinistra, dentro e fuori dalla coalizione con il Pd, un disegno neo centrista."



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.