Sull'indagine al dipendente comunale di Cervia: la dichiarazione del sindaco Luca Coffari

Venerdì 22 Dicembre 2017 - Cervia
Il sindaco Luca Coffari

”Il dipendente indagato non ricopre più l'incarico di dirigente ai lavori pubblici" spiega il sindaco che dice di avere piena fiducia nella magistratura

Il sindaco Luca Coffari, in merito all'inchiesta che vede coinvolto un dirigente del comune di Cervia accusato di turbativa d'asta, ha ribadito "la nostra piena fiducia nell’operato della magistratura".


"Consideriamo l’indagine - continua - come un'iniziativa svolta anche a tutela dell’Amministrazione e come in ogni occasione, abbiamo offerto ed offriamo ogni forma di collaborazione Istituzionale per il pieno accertamento dei fatti. È bene chiarire che per scelte organizzative della Giunta, necessarie per raggiungere gli obiettivi del Programma di Mandato, indipendenti e soprattutto antecedenti la conoscenza dell'indagine, il dipendente indagato non ricopre più da tempo l'incarico di dirigente ai lavori pubblici."


"A seguito della notifica dell'avviso di garanzia, in via prudenziale - conclude Coffari - è stata revocata al dirigente un'ulteriore delega nell'esercizio della quale vi erano rapporti contrattuali con la ditta indagata. Ricordiamo che le procedure delle gare d'appalto sono svolte dal Comune attraverso un servizio autonomo e specializzato, oggi associato nella CUC, a tutela della trasparenza e imparzialità delle procedure, risultato del tutto estraneo ai fatti contestati. Ci auguriamo che l’inchiesta possa procedere speditamente e chiarire quanto prima il ruolo delle persone coinvolte".



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.