Al Teatro comunale di Cervia la premiazione dei partecipanti al progetto "Ac-corti sulla legalità"

Mercoledì 13 Dicembre 2017 - Cervia
"Ac-corti sulla legalità" a Cervia - Il sindaco Coffari e alcuni rappresentanti della Polizia municipale insieme agli studenti

I video realizzati dagli studenti sono nati dagli incontri in aula organizzati dalla Polizia municipale con la collaborazione della sezione ragazzi della Biblioteca "Maria Goia", del Servizio Politiche Educative e del formatore Michele Dotti

Si è svolto nei giorni scorsi al Teatro comunale di Cervia l'evento finale del progetto "Ac-corti sulla legalità" e il contrasto alle mafie, con la proiezione dei video e la premiazione dei ragazzi e delle scuole.


La giornata ha visto la partecipazione attiva di tanti studenti delle scuole di Cervia su temi di alto valore educativo, dedicati alla legalità e al contrasto alle mafie. I premi consistono in buoni per l'acquisto di libri e contributi alle iniziative sulla legalità nelle scuole.


L'iniziativa si inserisce nell'ambito dei progetti realizzati dall'accordo di programma con la regione Emilia-Romagna. I video realizzati dai ragazzi delle scuole del comune di Cervia sono nati dagli incontri e approfondimenti in aula organizzati dalla Polizia municipale con la collaborazione della sezione ragazzi della Biblioteca "Maria Goia", del Servizio Politiche Educative e del formatore Michele Dotti.


La giornata oltre alla presenza del Sindaco Luca Coffari, dell’assessore alla Sicurezza Giovanni Grandu, delle Dirigenti scolastiche, ha visto gli interventi di confronto con i ragazzi di Daniele Barberini Sostituto Procuratore di Ravenna, Debora Galassi Referente Provinciale di Libera, Carmelo Pecora scrittore ex direttore del nucleo di Polizia Scientifica di Forlì, Leonardo De Roberto Giudice di Pace, Massimo Mezzetti Assessore alla Cultura della Regione Emilia Romagna. Presenti anche i rappresentanti delle Forze dell'Ordine.


Il sindaco Luca Coffari e l’assessore Gianni Grandu hanno dichiarato: "Questa iniziativa di alto spessore rientra in quel percorso di educazione alla legalità che da anni l’amministrazione comunale sta portando avanti insieme alla Polizia municipale, alle Forze dell’ordine, alle associazioni e alle tante realtà del territorio che collaborano, affinché si parta proprio dalla scuola per mettere il seme della legalità. Il nostro impegno sarà sicuramente continuo nell’attività di prevenzione e di sensibilizzazione al contrasto dei fenomeni di illegalità, attraverso il dialogo, la conoscenza, l’informazione, sia nelle scuole attraverso specifici progetti, sia nel territorio fra i cittadini e i turisti. In particolare ci rivolgiamo ai ragazzi per sensibilizzarli all’educazione di comportamenti volti al rispetto delle regole, per maturare una profonda coscienza civica".

 



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.