Sanità: esami gratuiti per i bambini di Chernobyl in Emilia-Romagna

Lunedì 25 Settembre 2017
Foto di repertorio

Come cita una nota Ansa, è stato tolto il ticket sulle visite e gli esami per i bambini di Chernobyl e Saharawi: durante i loro brevi soggiorni in Emilia-Romagna, se ritenute necessarie dal pediatra o dal medico di medicina generale che li assiste, le prestazioni sanitarie individuate come indispensabili per la salvaguardia della loro salute saranno esenti dal pagamento del ticket, cioè totalmente gratuite. 

 

Lo ha stabilito la Giunta regionale con una specifica delibera, - conclude il comunicato Ansa - per rafforzare ulteriormente l'impegno che da anni vede l'Emilia-Romagna in prima linea nell'accoglienza dei bambini provenienti da aree "difficili" del mondo: la Bielorussia e l'Ucraina, contaminate in seguito allo scoppio della centrale nucleare di Chernobyl nel 1996, e l'Algeria, dove a Tindouf sorgono i campi profughi che ospitano la popolazione Saharawi.



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.