Vaccini: in Emilia-Romagna è in regola il 92,4% dei bambini, Ravenna al 94,4%

Giovedì 14 Settembre 2017

Come cita una nota Ansa, in Emilia-Romagna il 92,4% dei bambini (nati dal 2012 al 2016) è in regola con le 9 vaccinazioni obbligatorie e gratuite - la varicella è obbligatoria per i nati dal 2017 - previste dalla legge per poter frequentare le scuole d'infanzia (nidi e materne). 

 

171.660 bimbi su un totale di 185.665 hanno completato l'intero ciclo vaccinale e i richiami stabiliti. Sono invece circa 14.000 (7,6%) i bambini richiamati per concludere il ciclo delle vaccinazioni. Il punto viene fatto in una nota della Giunta regionale. Nella maggior parte dei casi manca il vaccino Mpr (morbillo-parotite-rosolia) e la terza dose di esavalente (difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, emofilo B). Alle famiglie è già stata inviata direttamente a casa la lettera con l'appuntamento per le vaccinazioni o i richiami mancanti. I nati nel 2017 stanno ricevendo dalle Aziende sanitarie le regolari convocazioni previste dal calendario vaccinale, quindi non sono soggetti a recuperi o richiami e quindi non rientrano nel conteggio.

 

PROVINCIA DI RAVENNA AI VERTICI

In provincia di Ravenna il 94,4 percento dei bambini nati dal 2012 al 2016 è in regola con le vaccinazioni obbligatorie e gratuite previste dalla legge Lorenzin per poter frequentare le scuole d’infanzia (nidi e materne). Tra le province dell’Emilia-Romagna, Ravenna è quella con la percentuale più alta, la media regionale è 92,2. I dati sono stati diffusi dalla Regione alla vigilia dell’apertura dell’anno scolastico.

 



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.